Parlamento Maldiviano Malè (Maldive)

Tipica struttura governativa con servizi dell’amministrazione e di rappresentanza.
Nella struttura lavorano una media di 80 impiegati fissi, oltre a ca. 90 membri del parlamento che si riuniscono saltuariamente per le sessioni previste.
Quasi giornalmente ospitano delegazioni straniere per discussioni politiche. La struttura gestisce una media di 80-120 colazioni e pasti
con uno scarto medio giornaliero di 70-80 Kg.
L’utilizzo di una macchina è necessario per svolgere da uno fino a tre cicli di lavoro ogni settimana e, aspetto da non sottovalutare, svolge anche una funzione di pattumiera completamente sigillata.

➢ Tipologia scarto organico Rilevante quantità scarti di frutta, verdure, pesce e carboidrati
➢ Quantità quotidiana media di scarto organico prodotto 70-80 Kg

Problema

Di primaria importanza eliminare i cattivi odori dalla zona di raccolta e stoccaggio dei rifiuti, anche a causa del forte calore presente nell’area, sono di pessimo impatto per l’importante presenza di personale e ospiti del palazzo del governo. Inoltre, la struttura si trova in pieno centro della capitale Malè, laddove c’è una concentrazione enorme di turisti e residenti. L’immagine del governo è da preservare.

 

  • Migliorare le condizioni igienico sanitarie degli ambienti di stoccaggio degli scarti (di primaria importanza)
  • Ridurre l’impiego del personale per la frequente attività di lavaggio, condizionamento e sanitizzazione dei bidoni dedicati alla raccolta degli scarti umidi (grosse quantità di scarti e resti alimentari di ogni genere scartati dopo i pasti)
  • Ridurre la presenza di insetti, topi e altri animali oltre che odori decisamente molesti che si annidano nei pressi dei contenitori del rifiuto organico.
  • Ridurre i costi dovuti all’evacuazione (ogni settimana) organizzata tramite trasporto con veicoli attraverso la capitale e in seguito verso isole adibite a inceneritori
  • Trovare una soluzione sostenibile in linea con la politica Eco-sostenibile, impostata dal Governo, in grado ridurre impatto di CO2 prodotto e in linea con il programma di protezione della natura. Deve essere un esempio per tutti che parte dal vertice.

SOLUZIONE ADOTTATA

Acquisto ed utilizzo di un nr. 1 macchina EFR100 EcoSwiss per gestire tutto lo scarto umido organico prodotto giornalmente dalla mensa del palazzo governativo.

Installazione del macchinario nell’area riservata ai servizi della ristorazione, adiacenti alla zona di preparazione rappresentata dalla cucina principale. La poca acqua di condensa prodotta viene evacuata nel vicino scarico.

Quantità quotidiana media di prodotto riutilizzabile direttamente in loco come ammendante per piante e fiori: 20 -30 Kg per macchina.

Elenco Vantaggi e Risparmi Economici (quantificabili)

  • Eliminazione totale cattivi odori nei pressi di tutta la zona valore non quantificabile ma di fondamentale e grande impatto/immagine/esempio per il governo e il suo prestigio a livello nazionale e internazionale; aspetto fondamentale per la scelta dell’acquisto dei macchinari.
  • Eliminazione totale della necessità di utilizzo cella refrigerata per stoccaggio dello scarto organico (100%); valore pari a circa 10’000 €
  • Eliminazione totale dei costi di manutenzione e riparazione della cella refrigerata; valore pari a 1’200 €/anno
  • Riduzione costi personale per pulizia, ricondizionamento e sanitizzazione area refrigerata (circa 80%); valore pari a 1’200 €/anno
  • Miglioramento del decoro e pulizia generale dell’area esterna e interna della struttura; valore non quantificabile ma di grande e fondamentale impatto/immagine
  • Eliminazione totale dei costi e della gestione per lo smaltimento del rifiuto organico, grazie all’eliminazione della necessità di stoccare e trasportare via mare gli stessi
  • Risparmio una-tantum: 10’000 € (5x cella refrigerata)
  • Risparmio medio-annuo: circa 4’000€ (e utilizzo residuo come ammendante compostato misto direttamente in loco)
  • Ambiente lavorativo pulito, privo di percolati e odori molesti.

Il residuo solido secco risultante, viene in gran parte utilizzato come valido ammendante misto per gli orti, le piante e i fiori coltivati a Km Zero nell’area stessa della struttura.

Soluzione eco-sostenibile atta a perseguire la riduzione di emissioni di CO2